Carte di credito polizza assicurativa

Quanto sono utili le polizze assicurative contro le frodi sulle carte di credito, bancomat e prepagate che iniziano a circolare anche in Italia?
Sappiamo che le frodi sulle carte di credito sono in continuo aumento, e questo si verifica anche perchè aumenta l’utilizzo della moneta elettronica.

Emittenti di carte di credito e società che gestiscono i circuiti di pagamento aggiungono di continuo nuovi servizi per ridurre il rischio di frodi. Si va dagli sms alert, il titolare della carte viene avvisato sul cellulare ogni volta che la carta viene usata. Ai servizi su internet di secure code, dove ogni volta che si usa la carta su internet si dove inserire una password usa e getta per autorizzare il pagamento. Le carte ormai sono dotate sia di banda magnetica che di microchip.

Oltre a queste servizi, da qualche tempo anche in Italia iniziano a circolare le prime polizze contro le frodi, ma quanto sono utili queste polizze e non c’è il rischio che sia una forzatura. O è il solito sistema per spillare soldi a chi usa le carte di pagamento?
Nei paesi dove la moneta elettronica è più utilizzata che da noi, come nel Regno Unito, le polizze assicurative contro le frodi sulle carte di credito esistono da molti anni. Ma adesso si è scoperto che sono inutili e superflue. Numerose banche hanno venduto queste polizze ingannando i clienti, che adesso saranno risarciti.
Non c’è il rischio che anche da noi si verifichi quanto successo nel Regno Unito?

Il consiglio che si da in questi casi è sempre lo stesso , prima di sottoscrivere una di queste polizze leggete attentamente il prospetto informativo con tutti i costi. E solo dove esservi chiesti se è veramente utile e necessaria, sottoscrivetela.