Carta di credito ricaricabile come funziona

Carte di credito ricaricabili le uniche rilasciate senza controllo di solidità finanziaria e non serve la busta paga, nemmeno un reddito dimostrabile. E’ un tipo di carta di pagamento non associata al conto corrente.

Si può utilizzare solo per l’importo precedentemente ricaricato sulla carta, infatti si tratta di una carta prepagata. E’ nominativa quindi può essere utilizzata solo dal titolare.
Chi richiede questo tipo di strumento di pagamento lo fa soprattutto per utilizzarla online, perchè la ritiene più sicura.
Infatti in caso di clonazione si perde solo quanto caricato sulla carta prepagata.

La richiesta e il rilascio della carta di credito prepagata è semplice e immediato. Gli unici requisiti richiesti sono la maggiore età, documento di identità e codice fiscale.
Viene consegnata immediatamente al titolare che la riceverà insieme ai codici come pin necessario per autorizzare il prelievo e pagamenti presso i pos. I codici pin e password per l’accesso all’internet banking per gestirla comodamente da internet. Per consultare saldo e movimenti, o effettuare pagamenti di bollettini, o ricariche di cellulare.

Sarà consegnata non attiva, per l’attivazione basta effettuare la prima ricarica, che di solito è gratuita. E seguire le istruzioni che vengono rilasciate dall’emittente per l’attivazione online, della carta e dei servizi accessori, per aumentar il livello di sicurezza.

Sulla carta se non personalizzata non si troverà stampato il nome del titolare, ma solo il numero, la data di scadenza, il codice Iban se si tratta di una carta conto. Sul retro si trova stampato il codice cvv, necessario per autorizzare i pagamenti online.

Al rilascio normalmente si paga un costo di attivazione, da prendere in considerazione nella scelta della carta prepagata.
Gli altri costi sono imposta di bollo sull’estratto conto, costo di ricarica che varia in base al metodo scelto per la ricarica, costo del prelievo che varia in base al metodo utilizzato, ma anche se fatto in Italia o all’estero.
Il prelievo con carta di credito ricaricabile conviene se fatto presso gli sportelli ATM della banca che ha emesso la carta prepagata, e presso quelli delle banche del gruppo. Perchè nella maggior parte dei casi è gratuito.